Meditazione e Benessere (seconda parte)

respiroCome abbiamo detto nella prima parte, se non cercate super poteri, bensì un po’ di lucida serenità e di benessere,
dieci o quindici minuti di meditazione al giorno possono bastare. Per i più volenterosi ecco dieci consilgi utili per avere un’idea pratica su come iniziare la pratica.

DIECI CONSIGLI PER QUINDICI MINUTI DI MEDITAZIONE

Scegliete un luogo e stabilite un orario giornaliero per poter essere da soli e tranquilli.  

Indossate abiti comodi e leggeri, togliete le scarpe e sedete con la schiena dritta, poggiate le mani sulle gambe e rientrate leggermente il mento, lasciate scivolare le spalle con tutto il loro peso e rilassate la zona del collo.

Posate lo sguardo a terra, a circa un metro da voi, inspirate profondamente con il naso ed espirate con la bocca per cinque volte, all’ultima espirazione lasciate che gli occhi si chiudano dolcemente.

Ascoltate con attenzione eventuali rumori e voci che provengono da fuori, poi spostate l’attenzione dentro la stanza, sentite il pavimento sotto i piedi, percepite le pareti e il soffitto che vi circondano.

Percepite il vostro corpo, eventuali tensioni, le sensazioni che vi trasmette dalla pianta dei piedi alla testa. Osservate cosa vi passa per la testa senza interferire, non giudicate, osservate come uno spettatore esterno, fatelo come se ogni cosa non vi riguardasse.

Prendete coscienza che il vostro respiro scorre, seguitelo per un po’ da dentro a fuori e viceversa osservando
le sensazioni che lo accompagnano. Potete contarli o accompagnarlo con una frase da ripetere mentalmente:
inspirando so che sto inspirando; espirando so che sto espirando.

Potete usare anche un mantra da ripetere mentalmente: inspirando SO, espirando HAM. So Ham significa
“io sono Lui”. Fatelo per alcuni minuti.

Godetevi la quiete di non dover cambiare nulla, potete finalmente arrendervi a quello che c’è, forse siete rilassati, forse avete qualche pensiero ossessivo, immagini, suoni ma non importa, accogliete tutto. Questa è la vera meditazione.

Prima di alzarvi riportatevi sul corpo, la pianta dei piedi sul pavimento, la sedia sotto il sedere, le spalle, il collo, le mani sulle gambe. Quando vi sentite pronti aprite gli occhi ma non alzatevi subito.

Prima di alzarvi decidete quale sarà la vostra prossima azione: leggere, bere dell’acqua, uscire.
Questo servirà a creare in voi consapevolezza nell’agire.

Un consiglio importante che vi permetterà di capitalizzare l’esercizio quotidiano: durante la giornata ogni tanto fermatevi qualche istante e ascoltate il corpo, poi notate quali pensieri avete in quel momento nella testa; scoprirete che spesso non hanno nulla a che fare con ciò che state facendo ed è molto importante cominciare a esserne coscienti.

Per informazioni e consigli:
info@nonso.it

Buona meditazione!