Minicross – Il Gruppo di Lavoro Autonomo da il via alla ristrutturazione

Spread the love

fim2Lo scorso 30 agosto si è tenuto a Carpi (MO) un importante incontro del Gruppo di Lavoro Autonomo istituito dalla Commissione Sportiva Nazionale FMI, che ha il compito di operare una riorganizzazione generale dell’attività Minicross. La Commissione sportiva nazionale ha ritenuto infatti indispensabile avviare un programma di ristrutturazione della specialità, affidando tale incarico a Marzio Leoncini (Coordinatore del Gruppo) e Roberto Rustichelli (Race Director). La squadra sarà completata dai Tecnici FMI Massimo Beltrami e Giordano Manzoni.

Il Gruppo, nell’ambito del proprio compito di riforma della specialità, partirà da alcuni principi quali il dialogo con la base (piloti, genitori, organizzatori di gare e gestori di impianti), la definizione delle  normative sportive e dei calendari. Questa prima fase sarà incentrata sulla volontà di confrontarsi in maniera costruttiva con i vari interlocutori, ascoltando idee e suggerimenti e motivando le proprie scelte.

La riunione è stata coordinata  dal  Presidente FMI Paolo Sesti che  ha illustrato quali saranno le linee guida del gruppo di lavoro:

•    Introduzione delle selettive per accedere alle fasi finali del Campionato Italiano, con la suddivisione del territorio in due aree: Nord e Centro/Sud. (Area Nord: Liguria – Lombardia – Piemonte- Triveneto; Area centro sud: Emilia Romagna e altre regioni)

•    Formula di gara articolata su 2 giorni: sabato (prove libere e cronometrate) e domenica (gare).

•    Categorie:
65 – debuttanti  (8-9 anni), cadetti (9-10-11 anni);
85 – junior (11-12 anni), senior (13-14 anni);
125 – (13-17 anni).

•    Introduzione di briefing sportivi e tecnici per piloti e genitori coordinati dal Gruppo di Lavoro.

•    Adeguamento dei tracciati per la fase delle selettive, per renderli alla portata di tutti.

Durante la riunione è stata anticipata la volontà di istituire alcune macroregioni dalle quali partire per sviluppare una corretta attività regionale, coordinata con l’attività nazionale con la quale si andrà ad integrare.