mister Dionigi, Paradossalmente sono più soddisfatto di questo pareggio che delle quattro vittorie

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il mister Dionigi a fine gara ha parlato così in diretta Facebook:

“Paradossalmente sono più soddisfatto di questo pareggio che delle quattro vittorie, nella vita bisogna essere orgogliosi di quando si vince e anche di quando non si vince, ma si gioca in questo modo. Ho fatto i complimenti alla squadra, la miglior partita dal punto di vista della manovra e della cattiveria agonistica, sono molto soddisfatto; la gente di Ascoli deve essere orgogliosa di quello che stanno facendo questi ragazzi, ma soprattutto per la partita di questa sera. Stasera abbiamo fatto tutto noi, abbiamo costretto gli avversari a difendersi bassissimi, abbiamo sempre avuto il pallino del gioco, il primo gol ce lo siamo fatti da soli, un gol dopo 40’’ avrebbe tagliato le gambe a chiunque, abbiamo subìto il raddoppio, in quella fase ci siamo un po’ sfilacciati. Poi abbiamo cambiato sistema di gioco in corsa, abbiamo ribaltato la partita e nel finale abbiamo avuto anche la palla per vincere. E’ stata una giornata sfortunata negli episodi contro una squadra che sapevamo essere tosta e solida.

La nostra reazione è stata non solo da un punto di vista nervoso, la reazione è avvenuta giocando a calcio e questo mi rende felice.

L’arbitraggio? Preferisco non parlare di qualche episodio dubbio, è la linea che ho scelto, fiducioso di non ritrovarmi più a commentare queste situazioni.

Ninkovic? E’ importantissimo per noi, sta crescendo in maniera esponenziale e non per qualità tecniche, che ha e che sono indiscutibili, ma per quello che ci sta mettendo in termini di foga agonistica, carattere, per come rincorre gli avversari. Questo è un Ninkovic da categoria superiore. Siamo stati bravi a portalo a questo, mi aspetto sempre tanto da lui. E’ un genuino, un sensibile, con valori importanti, bisogna sempre toccare le corde giuste, ma è uno che poi ti dà il cuore e quando vedo che fa questo, trascina anche gli altri. Mi fa piacere l’atteggiamento suo e della squadra in generale. Se è il più determinante della squadra? Lo è per qualità, ma è l’Ascoli determinante in questo momento, il gruppo e la compattezza, dopo lo 0-1 una qualunque squadra poteva crollare, invece ha reagito. In difficoltà Ranieri? Ha speso tanto, ci può stare aveva avuto qualche problemino in settimana. Tabelle per la salvezza? Non ne faccio, rimandiamo tutto a dopo la partita di Pisa”.

Print Friendly, PDF & Email