MotoGP Moto3: il meteo complica le qualifiche del Team Italia

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Romano Fenati (Team Italia FMI FTR Honda#5) 17 giri in 1'58Dopo i tre turni di libere sull’asciutto, arriva la pioggia e l’asfalto bagnato condiziona le qualifiche di Fenati (21esimo) e Tonucci (23esimo). Il lavoro effettuato fino a questa mattina, che vedeva il Team Italia FMI in ottime posizioni, è stato vanificato dalla pioggia che ha modificato completamente le condizioni della pista. Fenati, a suo agio sul tracciato molto bagnato (era nelle prime posizioni) non ha trovato il giusto feeling con l’asfalto che stava asciugandosi. Per lui c’è la settima fila con il crono di 1’58″978 (+3.113 da Vinales) e il ventunesimo posto in griglia. Stessi problemi di setting per Alessandro Tonucci  che ha conquistato l’ottava fila con un best lap di 1’59″251 e la ventitreesima posizione.


Per domani si prevede una gara tutta in rimonta. Il passo gara registrato nelle libere fa ben sperare, ma le condizioni meteo danno pioggia e ciò potrebbe ancora una volta rimescolare i valori in campo.

 

 

Romano Fenati (Team Italia FMI FTR Honda#5) 17 giri in 1’58″978
“Purtoppo queste qualifiche non sono andate bene. Non ho trovato il giusto feeling con il setting della mia moto, e ho faticato a fare il tempo. Domani partirò indietro e quindi dovrò fare una buona partenza per esprimere in gara ciò che non sono riuscito a trovare in qualifica. Sarà fondamentale il warm up.”

 

Alessandro Tonucci (Team Italia FMI FTR Honda#19) 18 giri in 1’59″251“La pioggia ha complicato le cose. Abbiamo utilizzato come riferimento gli assetti usati già in condizioni simili su altre piste, ma qui a Le Mans non si sono rivelati efficaci. Domani spero vivamente che l’asfalto sia asciutto. Voglio fare una bella gara”.

 

Roberto Locatelli (Coordinatore Tecnico FMI)
“Qualifica difficile. L’asfalto bagnato è stato il nostro avversario più determinato. Vinales è il nostro riferimento ed è andato forte sia sul bagnato che sull’asciutto. Per il warm up dovremo provare dei nuovi setup sia di bilanciamento sia sulle sospensioni.  Il nostro obiettivo è fare bene in gara domani”.

Print Friendly, PDF & Email