Mr Dionigi”Sono orgoglioso per Ascoli,Sono orgoglioso per gli ascolani. ” 

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Al termine della gara a parlare il mr Dionigi “Sono orgoglioso per Ascoli. Sicuramente avrei voluto chiuderla diversamente ma ripeto ci sono tantissime attenuanti questa sera di solito non le do mai sono uno che tende sempre a bastonare. Sono orgoglioso per gli ascolani.  Si meritavano questa salvezza ci sono stati sempre vicino e quindi chiudiamo un mini percorso che all’inizio era insperato e che oggi invece ci permette di gioire dobbiamo gioire.  Perché bisogna gioire quando accade una cosa del genere è questo.  Quando ci siamo sentiti col direttore ti ripeto la cosa che mi ha fatto convincere a venire qua il direttore mi ha detto conosco le tue squadre so come giochi so come legni penso che questa la garanzia per un allenatore.

Quindi quando sono venuto e non ci ho pensato poi dopo quando sei lì capisci. Specialmente dopo la sconfitta di Venezia che sei a meno 4 sei in Italia o ti sei a meno 4 dalla salvezza e vai a e hai un calendario per noi. Però ho guardato sempre di partita in partita. Ho cercato anche quando sono venuto di continuare a studiare i miei giocatori perché un conto avevo due partite io me l’ho dato due partite per trovare la quadra e poi ci abbiamo messo tutto me stesso oltretutto.

Grazie all’aiuto dei miei collaboratori che ringrazio dal preparatore che ho trovato qua Iroi asma tutte le persone a Julian sono tanti a dei portieri sono tutti quelli che hanno collaborato e vi e vi faccio anche un quando si creano questi gruppi c’è anche un contorno sano magazzinieri tutto quanto resto e quindi quando ho visto che piano piano la cosa nasceva perché è nata piano piano questa squadra ti ripeto Forse con tanti limiti E non noi tante partite l’abbiamo battagliate. Tanto abbiamo giocato bene forse abbiamo fatte tutte bene ma ti ripeto questa sera.

Questa sera la partita che ha tantissima attenuanti ti dico non gliela voglio neanche imputare ragazzi poi siamo stati fortunati i miei risultati Per l’amor del cielo ci voleva c’è stata Liberazione nel finale vi siete stretti in un abbraccio ideale cosa ha detto ai ragazzi ho detto che sicuramente questa sera si è sbagliato ho sbagliato l’approccio mentale non ho sbagliato l’approccio mentale siamo stati dei polli siamo stati tanto polli Quando sbagli Poi la prossima mentale.

Questa è una squadra che invece l’approccio Mentana ha mai sbagliato era sempre stata dura cattiva picchiava tutti se non abbiamo fatto questo all’inizio è forse ti ripeto pensavamo di trovare un Benevento più molle no che nelle ultime partite e guardando le loro partite era sembrato molto più scarico quindi questo forse ci ha tratto in inganno Invece questo ci devi servire da lezione per il futuro che una cosa del genere non deve accadere non eravamo non era sì non ce l’ha il DNA dell’Ascoli.

Questa sera poi dopo era tardi per recuperarla non ce l’avremmo non ce l’avremmo fatta e ti ripeto però gli ho detto questo però detto anche che dobbiamo festeggiare perché abbiamo fatto un’impresa ha fatto un’impresa che a detta di tutti a prima dove eravamo nessuno ci avrebbe scommesso una lira Forse con qualche puntino che non abbiamo avuto per tanti motivi.

In passato si poteva anche a un certo punto ambire a qualcosa di più però si vede che il destino ha voluto che dovevamo essere questi è molto probabilmente salvarci anche in questo modo è sua intenzione restare sulla panchina della scuola Scusami è tua intenzione restare è normale che mi sono trovato bene Ho un contratto che il rinnovo veniva in caso di salvezza poi col direttore ci eravamo prefissati prima di salvarci e poi di non abbiamo pensato a mercato abbiamo pensato e non eravamo talmente concentrati su questo che non abbiamo parlato di altro Poi avremo tutto quanto il tempo con la massima serenità con la massima disponibilità. È normale che la panchina dell’Ascoli Eh io penso di essere un orgoglio per un qualsiasi allenatore è una serie A e io sono orgoglioso di essere stato un allenatore che nella storia verrà ricordato perché seduta su questa panchina.

Print Friendly, PDF & Email