P16 PER LUCA MARINI A JEREZ DE LA FRONTERA

Il pilota dello Sky VR46 Avintia chiude a ridosso dei punti grazie ad un finale in crescendo
Jerez de la Frontera (Spagna), 2 maggio 2021 – Luca Marini chiude il weekend del GP di Spagna con il 16esimo posto finale. In sella alla Ducati il pilota dello Sky VR46 Avintia taglia il traguardo a ridosso della zona punti.

Scattato dalla 18esima casella della griglia, Luca ha faticato a tenere il ritmo dei primi in avvio ed è stato costretto a cedere posizioni. In crescendo nella seconda metà di gara e soddisfatto dei progressi fatti sulla gestione del long run, ha recuperato sul gruppo degli avversari davanti a lui.

Ho sbagliato in partenza: nella foga di recuperare su quelli davanti, sono andato dritto in frenata in più occasioni e ho perso tantissimi secondi dai più forti. Dopo i primi 7 giri poi ho iniziato a guidare bene, ho fatto lo step e le correzioni che avevo visto nei dati e ho fatto una seconda metà di gara molto buona. Il risultato di per sé è deludente, i punti erano alla portata e il distacco dai primissimi non è stato affatto male. Stiamo mettendo insieme tanti pezzi, ho fatto dei progressi sulla sensibilità nell’utilizzo del gas e la gestione della gomma dietro. Ci sono ancora tanti aspetti su cui lavorare, ma sono contento perché Jerez non è una pista facile per la Ducati GP19 mentre la nuova è davvero velocissima. Ho fatto parte della gara dietro a Tito (Rabat ndr) e la moto andava molto forte. Complimenti a Dall’Igna e tutti gli ingegneri Ducati perché hanno fatto un gran lavoro, notoriamente Jerez è una pista favorevole ad altri costruttori.

 

Sapevamo che Jerez non sarebbe stata una pista facile per noi, ma la gara di Luca non è stata affatto male. Poteva sicuramente chiudere più avanti, avvicinare i punti e lottare con Petrucci e Lecuona. Un weekend dove abbiamo imparato tante cose che ci porteremo nei prossimi GP per continuare a migliorare. Ci aspettano Le Mans e poi Mugello due tracciati che possono essere più favorevoli.