P18 PER LUCA MARINI DOPO LE PRIME LIBERE AL GP DI GERMANIA

Chemnitz (Germania), 18 giugno 2021 – Una prima giornata davvero impegnativa, chiusa con il 18esimo posto nella combinata, per Luca Marini al Sachsenring dove domenica si corre il GP di Germania.

Dopo un buon approccio in FP1, il pilota dello Sky VR46 Avintia ha fatto più fatica nel turno del pomeriggio dove è stato vittima di due cadute. Luca ferma il cronometro a 1’21.595 a poco più di nove decimi di distacco dalla pole provvisoria (Oliveira, 1’20.690 ndr).

Non è stata una giornata facilissima: abbiamo avuto un po’ di problemi, ma il feeling non è affatto male. Quanto fatto al test di Barcellona ha funzionato anche qui, mi sento bene sulla moto e guido come vorrei. In FP2 ho avuto un problema poco dopo il via, sono scivolato e ho perso tanto feeling al posteriore. Sono tornato in pista con la soft, ma non sono riuscito a sfruttarla al meglio perché davanti avevo la M mentre io preferisco la dura. Ho cercato di spingere comunque perché la Top10 era alla portata ma sono caduto. La soft diciamo tiene per tre giri, ho cercato di fare il massimo al mio quinto tentativo e mi dispiace davvero per il Team perché avranno tanto lavoro da fare stasera.

 

 

Una giornata davvero caldissima qui al Sachsenring: un tracciato particolare, molto corto e caratterizzato da saliscendi. Il materiale è davvero sotto pressione e si scalda molto con relativi problemi a livello di performance. Detto questo, non siamo lontani dai più forti nonostante una scivolata per un problema tecnico al via delle FP2. Luca è tornato poi in pista e ha segnato un crono interessante che gli ha consentito di rimanere per parte della sessione nella Top3. Nell’ultimo run è caduto, un vero peccato, perché uno step è alla sua portata per riuscire a togliere i tre o quattro decimi che mancano per la Q2.