Press: Amaduzzi 7° al dubutto sull’ovale di Salem Speedway

altFinisce con un buon 7° posto la gara di Davide Amaduzzi sull’ ovale di Salem, a poche miglia da Indianapolis. La giornata non era iniziata nel migliore dei modi con un problema in qualifica all’idroguida che faceva abortire il giro buono ( di 2 totali). Solo 15° allo start ,Amaduzzi rimontava fino al 4° posto , evitando piu’ volte il ” mucchio” per vari incidenti. A dieci giri dalla fine un contatto con un’altro truck gli faceva perdere alcune posizioni ,chiudendo 7°. “Sono soddisfatto perche’ l’ovale di Salem e’ quello con l’angolo di banking ( l’inclinazione della curva) piu’ elevato in assoluto. 38°, contro per esempio i 32° di Daytona. Ed e’ veramente particolare entrare ad una velocita’ che il cervello non percepisce come possibile.Almeno all’inizio. Pero’ e’ dura. Finire la corsa senza avere assaggiato il muro,che qui e’ realmente impressionante, e’ un buon primo passo per un debuttante nella serie USA come me.Devo ammettere che qui nell’Arca Truck della Nascar ho trovato una nuova sfida. Difficilissima. Perche’ ho tantissimo ancora da imparare. Questo mi stimola ad andare avanti. E se mi metto in testa di raggiungere un obbiettivo…..”