Rio 2016: azzurri pronti a partire per le Paralimpiadi

0sGli azzurri partiranno questa sera da Fiumicino alla volta di Rio de Janeiro. Anche la Nazionale para-archery sarà in gara al Sambodromo per giocarsi i podi dei Giochi Paralimpici dal 10 al 17 settembre

Dopo aver svolto l’ultimo raduno e un lungo percorso di preparazione, la Nazionale Para-Archery è pronta a raggiungere Rio de Janiero.
I 9 atleti che hanno ottenuto il pass e lo staff tecnico partiranno stasera da Roma (Fiumicino) alle ore 21.45 per raggiungere con volo Alitalia (AZ 672) il Brasile.

La competizione si svolgerà, esattamente come per la gara arcieristica dei normodotati, presso il Sambodromo, luogo culto brasiliano che rappresenta il cuore del carnevale carioca, già allestito per poter ospitare le gare paralimpiche che prenderanno il via il 10 settembre e si concluderanno il 17 settembre

L’Italia, che aveva dovuto rinunciare alla presenza di Monica Borelli nel W1, alla quale l’Istituto di Medicina dello Sport del CONI non ha rilasciato il nulla osta medico, ha riportato il numero di atleti presenti sulla linea di tiro brasiliano a 9 unità, grazie alla convocazione in extremis di Veronica Floreno nell’olimpico open: l’atleta sicula, che vanta il 4° posto individuale e a squadre alle Paralimpiadi di Londra 2012, non era riuscita ad ottenere la carta paralimpica per un soffio: nel torneo di qualificazione aveva infatti chiuso in quarta posizione ed era stata con non poca amarezza la prima delle escluse. Il destino ha però premiato i colori azzurri e all’arciera della Dymond Archery Palermo è stato concesso in extremis il pass per Rio grazie ai posti lasciati liberi per l’assenza degli atleti russi dovuta al caso doping che ha scosso lo sport internazionale.  

Sarà questa quindi la composizione della Nazionale Paralimpica Fitarco: Elisabetta Mijno (Fiamme Azzurre), Veronica Floreno (Dyamond Archery Palermo), Roberto Airoldi (Arcieri Cameri) e Alessandro Erario (Arcieri dello Jonio) nell’arco olimpico open (riserva a casa Ezio Luvisetto – Arcieri del Castello); Alberto Simonelli (Fiamme Azzurre), Giampaolo Cancelli (Arcieri Castiglione Olona), Matteo Bonacina (Arcieri Castiglione Olona) ed Eleonora Sarti (Fiamme Azzurre) nel compound open (riserva a casa sarà Giulia Pesci – Arcieri Ardivestra); Fabio Luca Azzolini (Arcieri Montale) nel W1 (riserva a casa Daniele Cassiani – Arcieri Fivizzano). 
A seguire gli azzurri sulla linea di tiro ci saranno il Responsabile Tecnico della Nazionale Para-Archery Guglielmo Fuchsova, il coach del ricurvo femminile Marco Pedrazzi, il coach del compound e W1 Antonio Tosco e la fisioterapista Chiara Barbi.

L’Italia vanta una grande tradizione ai Giochi Paralimpici: nella sua storia ha ottenuto in totale 8 ori, 9 argenti e 9 bronzi, salendo sul podio consecutivamente nelle ultime 8 edizioni.
A Londra 2012, l’attuale Consigliere Federale Oscar De Pellegrin è stato il portabandiera della delegazione azzurra ed ha concluso la sua carriera agonistica vincendo l’oro individuale nel ricurvo. In quella stessa edizione, sempre nel ricurvo, Elisabetta Mijno ha conquistato l’argento individuale, Veronica Floreno chiuse la competizione al 4° posto, così come il trio femminile (Mijno, Floreno, Perna).