Romano Fenati: “Non è stata la qualifica che ci aspettavamo.

L’attesa pioggia è arrivata, questa mattina, al Twin Ring di Motegi ma non è stata amica dei due Snipers: entrambi hanno faticato a trovare il set up ideale in wet conditions e domani partiranno dall’ottava e dalla nona fila. Per Tony Arbolino la rimonta è possibile. Il pilota di Garbagnate è deciso a non mollare la preda e sull’asciutto può far bene. Per Romano Fenati la situazione è un po’ più complicata perché il dolore al polso non gli consente di guidare come vorrebbe, in qualsiasi condizione di pista. 

Tony Arbolino: “Capitano giornate storte e il weekend non è partito al meglio. Speravamo di trovare quella fiducia sul bagnato che non abbiamo trovato. Siamo comunque positivi per domani perché abbiamo una buona base sull’asciutto e la gara, probabilmente, sarà asciutta. Daremo il 150% domani, lavoreremo nel warm up per trovare la gomma da gara, per essere, in pochi giri, lì davanti e tirare fuori i denti per fare una gara da podio”. 

Romano Fenati: “Non è stata la qualifica che ci aspettavamo. Dopo la FP3 abbiamo provato a fare delle modifiche al set up per le qualifiche, ma le condizioni della pista sono cambiate e non siamo riusciti a sfruttare il pacchetto“.

*****

The expected rain arrived, this morning, at Twing Ring Motegi but it was not friendly for the two Snipers: both of them had difficulties in finding the ideal set up in wet conditions and tomorrow they will start from the eighth and ninth row. For Tony Arbolino the comeback is possible. The rider from Garbagnate is determined to continue his hunting and, on the dry, he can do well. For Romano Fenati the situation is a little bit more complicated as the pain at his wrist does not allow him to ride as he wishes, in any track condition.

Tony Arbolino: “Bad days could happen and the weekend didn’t start well for us. We hoped to find that confidence on the wet that we missed. We are still positive for tomorrow as, on the dry, we have a good basis and the race will be probably in dry conditions. We’ll give 150% tomorrow, we’ll work in the warm up to find the right tyre to be, in few laps, ahead and fight for the podium“.

Romano Fenati: “It was not the qualifying we expected to do. After the FP3 we tried to modify the set up for the qualifying, but the conditions of the track changed and we couldn’t take advantage from that“.