Sabato e domenica la serie A ad Ascoli

ImageASCOLI PICENO – Conto alla rovescia per il girone di andata del campionato di serie A di calcio da tavolo Subbuteo. Sarà proprio la città di Ascoli ad ospitare, sabato e domenica, il girone ascendente del massimo torneo nazionale a squadre e della cadetteria. Le dieci squadre della serie A e le dieci della B si sfideranno nella prima parte di un torneo all'italiana che prevede il girone di ritorno a fine aprile a Roma. Da sabato mattina alle 10,30 fino a domenica pomeriggio, presso il palasport Ezio Galosi di Monterocco sarà possibile vedere all'opera le squadre più forti del mondo. Il Pisa campione d'Italia uscente, ad esempio, è anche la squadra vincitrice delle ultime due Coppe dei Campioni. Oltre che dei migliori atleti italiani, le società di A e B, infatti, sono zeppe di giocatori provenienti da tutta Europa. Quello italiano è unanimemente riconosciuto come il campionato a squadre più bello del mondo. A dover combattere con le corazzate della serie A, ci sarà anche il Subbuteo Club Ascoli. L'anno scorso, infatti, i bianconeri hanno centrato una clamorosa promozione dalla serie B, tornando dopo ben 28 anni di assenza nel principale torneo a squadre d'Italia. A leggere i nomi delle altre formazioni di A vengono i brividi: oltre a Pisa, il pluridecorato Perugia, il Napoli del campionissimo Bolognino, la Reggiana della stella Flores, gli indomiti dello Stella Artois Milano. E ancora Cct Roma, Black Rose Roma, Dinamis Falconara e Bologna Tigers. Scudetto alla prima, l'ultima retrocede direttamente, ottava e nona spareggiano per la salvezza. Il "piccolo" Ascoli è chiuso da ogni pronostico, considerato già spacciato in partenza. "Ma – dice capitan Vagnoni – venderemo carissima la pelle. Proprio perché non abbiamo nulla da perdere, daremo fino all'ultimo goccio di sudore. Chi crede che contro di noi sarà una passeggiata, si sbaglia di grosso". E sarà emozionante vivere il derby Ascoli-Falconara nel massimo campionato nazionale, un derby che si annuncia già intensisismo quanto delicato. L'obiettivo dell'Ascoli è ben figurare e dimostrare di valere un palcoscenico così importante. La salvezza è praticamente un sogno. Parallelamente alla serie A si disputerà il torneo cadetto, altrettanto atteso e interessante. Anche in questo caso in pista club di altissimo livello, a partire dai Warriors di Torino, sconfitti lo scorso anno nei playoff proprio dall'Ascoli, passando per Sessana, Rieti, Palermo, Cosenza, Firenze, Brescia, Biella, Bari e Cagliari. Insomma per due giorni ad Ascoli sarà impegnato il fior fiore del calcio da tavolo mondiale. Un'occasione più che ghiotta per chi volesse avvicinarsi a questa disciplina o semplicemente trascorrere qualche ora osservando uno sport di nicchia, ma altamente spettacolare ed emozionante. Il tutto grazie alla preziosa collaborazione nell'organizzazione dell'Amministrazione comunale, della circoscrizione di Borgo Solestà e della Federazione italiana sport calcio tavolo.