Salute & Guida

ImageSARNANO – L’11 e il 12 luglio Salute&Guida sarà presente come apripista al XIX Trofeo Lodovico Scarfiotti Sarnano Sassotetto, anche se non è stata ancora decisa l’auto con cui parteciperà. L’hanno scorso Franco Burattini, presidente dell’associazione, ha preso parte all’iniziativa con una Porsche Boxster 3,4 (già impegnata nel Campionato Lady Cup) e come concorrente Sauro Sandroni, cofondatore di Salute&Guida, con una BMW M3, e nei cofani e nei lati anteriori dell’auto hanno fatto bella mostra gli adesivi con su scritto ‘no drugs’ e ‘no alcol’.

 “Quest’anno ho ricevuto lo stesso gradito invito insieme al dott. Cochetti, che sarà presente con un’Audi RS4, mentre io non ho ancora deciso con che vettura venire…..vedremo. – dichiara soddisfatto Franco Burattini presidente di Salute&Guida – La cosa che vorrei sottolineare è che anche per questa SarnanoSassotetto, vorremmo portare un messaggio rivolto alla sicurezza. Nella precedente edizione, sulla mia vettura campeggiavano due bolli con su scritto ‘No alcol No Drugs’ Quest’anno abbiamo pensato di autorizzare l’applicazione dello slogan ‘guida NON FARTI guidare’ di proprietà dell’ associazione che presiedo. Sarà comunque un week-end piacevolissimo tra vecchi amici con la passione delle corse, ma sempre attenti ad una guida consapevole e sicura” L’associazione, con sede a Jesi (www.saluteguida.it), è nata dall’idea di Imagecostituire un gruppo operativo sulle tematiche emergenti in tema di sicurezza di guida nasce da due professionisti della sanità pubblica e privata con comprovata capacità nell’ambito della formazione e con esperienze nel settore agonistico. La sincronica integrazione delle due aree ha reso possibile la realizzazione di un progetto formativo efficace e accattivante che unisce aspetti didattici in aula ad aspetti pratici in pista. “Anticipo che, – riprende il Presidente Buratti -replicando uno studio, spero di prossima pubblicazione, sull’attenzione alla guida in condizioni stressanti, fatto durante la ‘25 ore di Magione’, vorrei in occasione di questa Sarnano-Sassotetto, coinvolgere un collega per rilevare eventuali modificazioni di parametri vitali durante la salita in apripista. Non so se riusciremo, ma la volontà di promuovere una nuova cultura della sicurezza per noi, non è un adeguamento a certi fenomeni di costume, ma una radicata convinzione che portiamo avanti Imageda oltre vent’anni, quando ancora tutti tacevano”. Ufficio Stampa: Giuliano Rossetti