SATO ENERGIA INTERVIENE SUL CASO PICCHIO GAS

La SATO Energia aveva dichiarato fino a ieri di non voler intervenire pubblicamente in merito alla discussa neo-società “Picchio Gas Srl”. Tuttavia, nella giornata di oggi, in seguito alla conferenza stampa di Valentino Tega, socio di maggioranza della Picchio Gas, l’Amministratore Unico della SATO Energia Giorgio Tomassetti ha cambiato idea ed ha deciso di intervenire sulla questione.
“Sinceramente siamo molto sorpresi delle dichiarazioni fatte oggi dal Sig. Tega e più in generale della questione Picchio Gas. Come Amministratore della SATO Energia, fornitore luce e gas con sede ad Ascoli P., non volevo intervenire perché la situazione mi sembrava già molto complessa e problematica. Tuttavia, dopo le dichiarazioni fatte oggi, alcuni conoscenti mi hanno chiesto di nuovo di intervenire per fare chiarezza, quindi ho deciso di fare pubblicamente alcune riflessioni.”
“Da cittadino e da imprenditore ho sempre creduto che uno dei ruoli della politica fosse quello di aiutare i cittadini e le imprese del territorio a realizzare le loro ambizioni e a svolgere le loro attività. SATO Energia è stata fondata ad Ascoli Piceno nel 2003 dall’ascolano Gianfranco Tomassetti, l’80% dei nostri dipendenti risiede ad Ascoli e una buona percentuale dei nostri clienti è di Ascoli. Da chi mi aspetto di essere rappresentato e supportato? In primis dai politici Ascolani ovviamente…A chi altro dovrei rivolgermi?”
“Invece, mi ritrovo con soggetti che svolgono attività politica che a posto di aiutare un’azienda del territorio gli fanno concorrenza. Se ci fossimo trovati nella situazione in cui ad Ascoli non c’era più un fornitore di gas e luce, forse la cosa più opportuna era incentivare la nascita di questo tipo di Società. Tuttavia, questo fornitore esiste già e grazie al supporto che in questi anni abbiamo ricevuto dai nostri clienti stiamo crescendo a ritmi molto elevati. Basti pensare che negli ultimi due anni abbiamo raddoppiato i clienti.”
“Nessun fraintendimento, la concorrenza è fondamentale in qualsiasi mercato, purché sia leale ed etica. In Italia ci sono centinaia di fornitori luce e gas, quindi non è questo il problema.”
“Sono d’accordo con il Sig. Tega sul fatto che avere un fornitore locale sul territorio è molto importante e porta ricchezza al territorio stesso. Essere un fornitore locale tuttavia non significa solo avere la sede sul territorio, significa anche fornire un servizio clienti di qualità ai propri clienti, produrre bollette corrette e chiare, e significa anche avere prezzi molto competitivi, grazie ai bassi costi di struttura che un piccolo fornitore come SATO Energia riesce ad avere.”