Schalke, vende la licenza degli eSports

Schalke, Lo storico club tedesco è appena retrocesso in seconda divisione e, come se non bastasse, deve fare i conti con 217 milioni di debiti. Per questo in società sono costretti a risparmiare e fare cassa. Ha deciso di vendere la licenza degli eSports nella European League of Legends League (LEC), questo benché si ipotizzi che il valore, nei prossimi 12 mesi, possa aumentare di circa il 18%. Alla società servono però soldi subito, motivo per il quale ci si accontenterà di 30 milioni. Il club ha fondato il dipartimento eSports nel maggio del 2016 per volontà del direttore marketing uscente Alexander Jobst e dell’ex presidente del consiglio di sorveglianza Clemens Tönnies. Lo Schalke, che all’epoca fu il primo club tedesco ad aprirsi agli eSports, pagò circa 8 milioni per l’investimento. Il guadagno, in appena cinque anni, è evidente. Mai in Germania un club ha incassato tanto per la propria licenza negli sport elettronici.