SKY RACING TEAM VR46: FENATI DAVANTI A TUTTI AL TERMINE DELLE PRIME DUE SESSIONI DI PROVE LIBERE.

Fenati e Bagnaia  Foto SKY RACING TEAM VR46Doha (Qatar). Sull’asfalto del Losail International Circuit arrivano i primi risultati importanti per lo Sky Racing Team VR46, che brilla nel deserto con una splendida performance notturna: Romano Fenati vola nella giornata d’esordio del Gran Premio del Qatar, chiudendo le prime due sessioni di prove libere in testa alla classifica con i tempi di 2’07.176 (prima sessione) e 2’06168 (seconda sessione). La squadra raccoglie i risultati del lavoro di base, attento e scrupoloso, svolto ai test invernali in Spagna, serviti per assemblare un team già coeso alla partenza del Mondiale.

Bene anche Francesco Bagnaia, che migliora tempi e prestazione nel giro di poche ore: dopo i 2’08.196 della prima sessione di prove libere, Pecco conclude la giornata in decima posizione con il tempo di 2’07.219. Carattere e determinazione non sono mai state così evidenti sul volto dei due piloti, entrati in pista da subito con la voglia di fare bene, senza obiettivi ma con la grinta di chi lotta per dare sempre il meglio di sé.

“Oggi non sarebbe potuta andare meglio di così – spiega il team manager Vittoriano Guareschi -. Mi aspettavo di vedere i nostri piloti tra i primi, ma non potevo immaginare quanto saremmo potuti essere davanti. Romano ha terminato i primi due turni al primo posto con una sicurezza di base, la dimostrazione che questo inverno abbiamo lavorato bene. Anche Pecco ha fatto una buona prima sessione, migliorando molto il tempo nella seconda. Abbiamo portato entrambi a credere in loro stessi e in questo progetto. Siamo partiti con una moto esattamente uguale a quella utilizzata agli ultimi test di Jerez e questo ci dà fiducia perché, malgrado la  pista di Losail sia completamente differente, i risultati sono arrivati ancora una volta”.

 

ROMANO FENATI: “La squadra ha lavorato bene, sono contento della moto. Gli altri si sono però avvicinati molto, questa è la dimostrazione che non bisogna mai abbassare la guardia. Sono felice per questo esordio, stiamo lavorando nella direzione giusta e cercheremo di migliorarci ancora, turno dopo turno”.

FRANCESCO BAGNAIA: “Sono soddisfatto, ma adesso che siamo arrivati qui bisogna fare uno step in più. Quest’anno il livello è davvero alto, gli altri sono andati sette decimi più forti rispetto al record della pista. Sono comunque contento di quello che hanno fatto i miei tecnici. La pista mi piace e domani faremo sicuramente degli altri passi in avanti”.