SKY VR46 AVINTIA: A JEREZ PER UN ALTRO STEP IN AVANTI

Luca Marini torna al circuito Angel Nieto, dove lo scorso anno è salito due volte sul podio, in sella alla Ducati MotoGP.
Jerez de la Frontera (Spagna), 27 aprile 2021 – Tra le gare storiche del calendario, su un tracciato dall’anima veloce e allo stesso tempo tecnica, il circuito Angel Nieto è pronto ad accogliere il circus della MotoGP e lo Sky VR46 Avintia per la quarta gara della stagione 2021.

Una pista tra le più significative per il Team e che ben si adatta allo stile di guida di Luca Marini che nel 2020 proprio qui, al rientro alle gare dopo il lungo lockdown, ha centrato vittoria e podio in Moto2. Un anno dopo la categoria è cambiata, ma Luca arriva in Andalucia forte dell’importante step in avanti fatto a Portimao che gli ha consentito di conquistare prima l’accesso alla Q2 e poi i primi punti iridati.

 

Arriviamo a Jerez dopo il buon weekend di Portimao. Entriamo nel vivo della stagione con le storiche piste europee che tutti i piloti conoscono molto bene dalle categorie inferiori. Sono curioso di girare su questo tracciato con la MotoGP: rispetto a Portogallo e Qatar, è più stretto, corto e sarà forse più difficile prendere il ritmo. Ripartiamo da quanto fatto a Portimao per ritrovare subito le sensazioni positive che avevamo lì e fare la miglior gara possibile.

 

 

A Jerez, uno dei tracciati storici del calendario, lo scenario è sempre speciale. Si torna ad una sorta di normalità, su una pista che i piloti ben conoscono dalle categorie inferiori e dove Luca ha centrato importanti risultati l’anno scorso in Moto2. Sarà una buona base da cui partire per riuscire a trovare la messa a punto della sua Ducati quanto prima e poi poter lavorare al meglio sui dettagli e la fiducia sull’avantreno in ottica gara. Allungare la performance della gomma nelle fasi finali può essere un obiettivo. A Portimao è quello che ci è mancato per poter avvicinare la Top10 oltre i punti.