Taibi: “Dobbiamo salvarci, inutile pensare ad altro”

Image Massimo Taibi dovrà pazientare ancora un po' prima di tornare tra i pali dell'Ascoli a causa della frattura alla mano rimediata a Pisa: "Il dito mi fa ancora male – ha ammesso il capitano bianconero – purtroppo i tempi di recupero non sono brevi come era stato ipotizzato.

Mi sto allenando con l'aiuto di un tutore e osservo attentamente da fuori i continui sconvolgimenti che accadono a livello societario. Umanamente mi dispiace per De Nicola che ci ha aiutato in un momento difficile, così come non mi aveva fatto piacere prima per Di Santo. Quando a mister Chiarenza posso dire che con lui stiamo benissimo, è un tecnico che si sta impegnando molto, purtroppo i risultati non gli danno una mano. Ogni volta siamo condannati da qualche episodio. Francamente non pensavo di trovarmi in questa situazione di classifica, ma non sono preoccupato. Se fossimo a marzo allora sì, ma adesso c'è ancora tutto il tempo per recuperare. Dobbiamo mantenere la categoria, inutile pensare ad altro. L'importante è rimanere in serie B, poi a giugno ci sederemo tutti attorno ad un tavolo e tireremo le somme".