TERZA e QUARTA FILA IN GRIGLIA DI PARTENZA PER LO SKY RACING TEAM VR46 FENATI PRIMO DEGLI AZZURRI

altDoha (Qatar). Romano Fenati e Francesco Bagnaia fanno da traino agli italiani della Moto3, conquistando l’ottavo e il decimo posto sul circuito di Losail: domani il Gran Premio del Qatar, prima gara del Motomondiale per lo Sky Racing Team VR46, vedrà i due giovani piloti guidati da Valentino Rossi partire dalla terza e quarta fila. In qualifica, infatti, Romano ha ottenuto il primo posto tra gli azzurri con il tempo di 2’07.126, mentre Pecco ha confermato le aspettative rimanendo nel gruppo degli italiani che dominano (2’07.258). Tutto questo al termine di una giornata caratterizzata da difficili condizioni atmosferiche, con il vento che ha ostacolato le performance in pista.

“Romano ha avuto problemi di chattering, cosa che non era mai capitata nei turni precedenti, in cui lo avevamo visto sempre protagonista – spiega il team manager Vittoriano Guareschi -. Abbiamo fatto una piccola prova di set up e durante il turno pensavamo che il chattering fosse dovuto a questo, ma una volta tornati indietro il problema non è sparito. A fine turno abbiamo fatto un controllo più approfondito guardando l’acquisizione dati e abbiamo capito che il problema veniva da dietro. La conferma è poi arrivata dal tecnico delle sospensioni, che ha riscontrato un’anomalia nell’idraulica dell’ammortizzatore. Domani nel warm up contiamo di recuperare il ritmo che ci ha accompagnato nel corso delle prove libere. Con Pecco abbiamo fatto un buon turno di qualifica, anche se ha dovuto combattere con il vento, che lo ha messo un po’ in difficoltà. Sono molto contento perché sta crescendo e sta dimostrando giorno dopo giorno di poter essere nel gruppo di testa”.

ROMANO FENATI: “Oggi avevo problemi con l’anteriore, non riuscivo a guidare bene. C’è stato un po’ di chattering e quindi non riuscivo a spingere. Non è venuto il tempo, ma ci stiamo lavorando, abbiamo individuato il problema e quindi penso che per domani lo risolveremo”.

 

FRANCESCO BAGNAIA: “È stato un turno di qualifica difficile a causa del forte vento. Se le condizioni atmosferiche dovessero essere le stesse anche domani, abbiamo comunque trovato una buona base. Partirò sereno e sono sicuro che il ritmo di gara sarà intenso, dobbiamo lottare per stare lì davanti”.