Torna nelle Marche Happy Hand in Tour per portare tanto divertimento e diffondere una nuova cultura sulla disabilità

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Reduce dal grande successo ottenuto in Emilia Romagna, sta per tornare nelle Marche Happy Hand in Tour. Il ciclo di eventi che tramite lo sport e l’espressione creativo-artistica, cerca di trasmettere una nuova cultura sulla disabilità. Durante una serie di tappe nei centri commerciali del nostro Paese. Il tutto per volontà della Società IGD (Immobiliare Grande Distribuzione), della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e del CIP (Comitato Italiano Paralimpico). Oltreché dell’Associazione WTKG (Willy the King Group). Da questa seconda edizione – di due nuovi partner, ovvero l’UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) e il CSI (Centro Sportivo Italiano).

Accadrà sabato 3 e domenica 4 marzo al Centro Commerciale Città delle Stelle di Ascoli Piceno (Via dei Mutilati del Lavoro). Per una due giorni di sport, informazione e divertimento, che coinvolgerà tutti i presenti, con e senza disabilità.

 

Protagonista di entrambe le mattinate (ore 10.30-13) sarà la Società Okay Animazione.  Da molti anni specializzata nell’organizzazione di eventi come questo e già presente in numerose tappe di Happy Hand in Tour. Che coinvolgerà bambini e ragazzi in una serie di giochi e momenti di intrattenimento.

Nei pomeriggi, invece (ore 16-19), al centro dell’attenzione ci saranno i disegni degli Skizzati. Laboratorio di grafica e fumetto educativo dell’Associazione La Meridiana, vera “anima” dell’evento, insieme all’APM (Associazione Paraplegici delle Marche).

Chiusura in bellezza, infine, nel pomeriggio di domenica (ore 16-19), con il basket in carrozzina della Polisportiva Amicacci Basket in Carrozzina di Giulianova (Teramo), che proporrà a tutti di misurarsi con questa travolgente disciplina, sempre più apprezzata dal pubblico.

Tutte le citate organizzazioni, promotrici delle varie iniziative, allestiranno naturalmente una propria postazione informativa, che si affiancherà a quella della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap).

 

Durante la prima stagione di Happy Handy in Tour, è opportuno ricordare, sono state ben 154 le iniziative in 11 Regioni italiane, con il coinvolgimento di 500 volontari, 200 tra associazioni e gruppi sportivi, culturali e musicali e migliaia di persone ad incuriosirsi e ad appassionarsi. Un grande successo popolare, che ha colto appieno il messaggio culturale basato innanzitutto sul principio che la disabilità non è dipendenza, né malattia, ma un fatto strettamente connesso all’ambiente, alla cultura e ai pregiudizi. Un successo, inoltre, che nei primi mesi di questa nuova stagione sta via via crescendo.

Questo è stato possibile, come detto, innanzitutto grazie alla Società Immobiliare Grande Distribuzione (IGD), uno dei principali player in Italia nel settore immobiliare della grande distribuzione organizzata, con quotazione in borsa, che sviluppa e gestisce Centri Commerciali su tutto il territorio nazionale. E al fianco di IGD la FISH, Federazione che raggruppa decine di Associazioni di persone con disabilità e delle loro famiglie, il CIP (Comitato Italiano Paralimpico), e l’Associazione WTKG (Willy the King Group), fondata da William “Willy” Boselli, persona con tetraplegia, vero e proprio “veterano” di questo tipo di eventi. Ma anche due nuovi partner come l’UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) e il CSI (Centro Sportivo Italiano), vale a dire le due Associazioni che maggiormente favoriscono la promozione dell’attività sportiva in Italia.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: presidenza@fishonlus.it (Segreteria Nazionale FISH); simone.okayanimazione@gmail.com (Simone Tommolini).

Print Friendly, PDF & Email