Un Ascoli distratto cade a Modena due volte.

Spread the love

altL’Ascoli cade a Modena nella 33 giornata di serie B e vede allontanarsi la zona salvezza. Il 2-0 finale per il Modena permette alla formazione allenata da Mr Bergodi di allontanarsi dalla zona calda della classifica, mentre la compagine bianconera vede allontanarsi le dirette concorrenti alla salvezza diretta, causa anche dei risultati non propriamente favorevoli delle dirette concorrenti, l’Ascoli è ora è quartultima in classifica in solitaria a quota 29 punti. Una sconfitta che non dà continuità alla bella vittoria di sabato scorso contro il Pescara. Mister Silva non recupera Gerardi, che non ha smaltito la botta al polpaccio rimediata in allenamento e da forfait assente anche il centrocampista Pederzoli, a causa del virus influenzale che ha già colpito Soncin e Tomi, Papa Waigo. Mentre Falconieri favorito alla vigilia su Soncin al fianco di Papa Waigo siede in panchina. Sbaffo e Parfait ai fianchi di Di Donato in mezzo. Mister Bergodi ha squalificato Perna, il ballottaggio tra Diagouraga e Turati per la sua sostituzione è vinto dal primo. Ritorna Ciaramitaro in mezzo al campo al posto di Nardini che siede in panchina con Di Gennaro dietro Stanco e Greco.

La prima frazione si apre con il Modena concentrato e convinto e ha subito un paio di buone occasioni con Stanco, ma Guarna è attento e neutralizza. L’Ascoli non reagisce e il  Modena ha una nuova occasione al 15′ con Perticone ma la palla colpisce la rete esterna tra il boato del pubblico. L’Ascoli continua a faticare a creare gioco e il Modena insiste, così al 25′, giunge il gol  su calcio di rigore su fallo di Peccarisi su Signori. Dal dischetto  Beppe Greco insacca alle spalle di Guarna. La reazione dell’Ascoli è blanda e senza mordace e mai incisivo, permettendo al   Modena di  gestire con sicurezza il pallone. Finisce in attacco il primo tempo dell’Ascoli con una incornata pericolosissima di Faisca, su corner di Tomi, che termina pochi centimetri sopra alla traversa.

Nella ripresa la reazione dell’Ascoli non si vede mentre il Modena si presenta con l’intenzione di voler chiudere il match.  Al 51′ Signori tenta un tiro ma  per fortuna dell’Ascoli sbaglia di poco. Al 54′ si vede la compagine bianconera con  Scalise che impegna Caglioni nella prima vera parata impegnativa del match con un tiro insidioso dalla destra. La gara non cambia copione ed è di nuovo il Modena a rendersi pericoloso con Di Gennaro al 65′ dai 35 metri e Guarna è costretto a deviare in angolo con la punta delle dita. La reazione dell’Ascoli è veemente e si concretizza con una conclusione di Parfait, ma il suo tiro termina fuori. Il Modena non pare soffrire il gioco dell’Ascoli e al 73′ trova il raddoppio con Mattia Ardemagni e mette in cassaforte il match. La gara si chiude con il successo per 2-0 per il Modena, una gara giocata con poca grinta e la  sconfitta è meritata. Con l’ammonizione rimediata oggi da Papa Waigo, lo costringerà a saltare lo scontro salvezza di venerdì sera al “Del Duca” contro l’Albinoleffe.

 

 

MODENA (4-3-1-2): Caglioni; Perticone, Diagouraga, Carini, Bassoli; Ciaramitaro, Dalla Bona, Signori (67′ Nardini); Di Gennaro; Stanco (61′ Ardemagni), Greco (70′ Cellini). A disp.: Guardalben, Milani, Turati, Jefferson. All.: Bergodi
ASCOLI (3-5-2): Guarna; Andelkovic, Peccarisi, Faisca (81′ Pasqualini); Scalise, Parfait, Di Donato, Sbaffo (56′ Romeo), Tomi; Papa Waigo, Soncin (71′ Falconieri). A disp.: Maurantonio, Ciofani, Giovannini, Ilari. All.: Silva
ARBITRO: sig. Di Paolo di Avezzano
RETI: 26′ Greco (rig.), 73′ Ardemagni
NOTE: ammoniti Papa Waigo, Peccarisi e Bassoli. Un minuto di recupero nel primo tempo; 5′ nel secondo tempo.

POST GARA

Silva: “Noi tenevamo bene il campo, il rigore ci ha un po’ tagliato le gambe ma abbiamo fatto abbastanza bene, producendo molte azioni manovrate. Avevamo preparato la partita in una certa maniera per affrontare una squadra in ottima forma come il Modena in questo momento.