Una bella Picenum stende il Salento

Spread the love

Image Nella quart’ultima giornata di ritorno del campionato di serie B di calcio femminile la Picenum riesce nell’impresa di battere l'ostica formazione pugliese del Salento Donne per 2-1 in un incontro avvincente e incerto sino agli ultimi minuti.

Le ragazze giallorosse si sono dimostrate concentrate e determinate nel conquistare i tre punti ed ora si trovano da sole al secondo posto della classifica.

Fin dai primi minuti si è ben capito che la formazione di casa avrebbe fatto sul serio. Le conclusioni delle avanti Santucci e Salvatori e della stessa Iannotta hanno ricevuto incoraggianti applausi del pubblico mettendo in guardia la difesa salentina per l’inevitabile rete del vantaggio giunta al 30’. Una bella intuizione della italo-australiana Iannotta, in veste play-maker, lancia per la De Angelis sulla fascia. È quest’ultima ad entrare in area palla al piede e a battere con un diagonale rasoterra di destro l’uscita dell’estremo Zilli. A questo punto le Salentine si fanno in avanti nel tentativo di rimettere in pari il risultato. Ma come nelle più classiche partite è l’altra squadra che crea azioni gol. E’ la Picenum che così potrebbe allungare il passo ma, come accaduto più volte, la formazione spreca clamorosamente davanti alla porta avversaria.

Si va al riposo. Quando si rientra dopo appena sei minuti di gioco la Salvatori firma il 2-0 con uno splendido pallonetto e mette più tranquille le compagne e i tifosi assiepati al Comunale fino all’85’ quando la Pesenti risveglia la partita con un diagonale velenosissimo che riaccende per pochi minuti le speranze nelle salentine di recuperare il risultato.

Finisce con la vittoria della Picenum. Dopo la battuta d’arresto di domenica scorsa in terra Umbra contro il Marsciano (3-1), la squadra della Iannotta coglie una meritatissima vittoria al cospetto di un avversario che ha dimostrato di valere l’ottima posizione di classifica. Continua così la marcia delle giallorosse picene verso l’ormai onorevole secondo posto.