Una nuova bandiera, da oggi, apparirà sul palazzo dell’Arengo anche quella Europea.

Spread the love

Guido CastelliE’ la bandiera di “Città europea dello sport” che oggi, nel corso di una cerimonia presso il palazzo del Parlamento Europeo a Bruxelles è stata consegnata al sindaco Guido Castelli.


“Un premio tanto agognato quanto meritato – ha detto il primo cittadino ascolano – che premia l’impegno profuso in questi anni dall’Amministrazione comunale per riqualificare spazi da adibire allo sport, per promuovere iniziative e competizioni a livello nazionale ed internazionale e che infine hanno balzare la nostra città al primo posto della classifica Aces. Un ringraziamento particolare desidero rivolgerlo all’on. Marco Scurria che ha sostenuto con grande determinazione la nostra candidatura e all’assessore Brugni per il grande lavoro svolto perchè Ascoli fosse scelta quale luogo per lo svolgimento del campionato mondiale di pattinaggio a rotelle, del campionato europeo do Goalball, la più recente Tenzone aurea ”.
Il premio, che è stato assegnato dalla Commissione Aces (Associazione Capitali Europee dello Sport), apre alla Castellinostra città delle prospettive estremamente importanti per la promozione di Ascoli e del suo territorio.
“La bandiera che oggi è stata consegnata alla nostra città e che per tutto il 2014 sventolerà sulle nostri torri, è anche il riconoscimento dell’impegno di tutte le associazioni sportive ascolane, dei loro dirigenti e delle migliaia di praticanti che, con il loro entusiasmo e la loro determinazione hanno consentito di di presentarci al meglio alla commissione europea incaricata di valutare la nostra candidatura a città europea dello sport. I commissari furono altparticolarmente impressionati della carica umana e della forte personalità dei nostri sportivi e, ricordo, in più di un’occasione, il Presidente Lupattelli riconobbe la profonda coerenza tra la passione sportiva che ispira noi ascolani e i principi che ispirano l’Aces”.
Oltre 150 associazioni sportive, diecimila tesserati, trenta impianti sportivi sul territorio tra i quali sette palestre, due palazzetti e ancora un pattinodromo, un complesso tennistico, quattro campi da calcio e uno da rugby.
Questi i numeri sportivi di Ascoli che rivendica anche un il palmares ricchissimo di titoli europei, nazionali, regionali.
Per questo Ascoli sia per quantità che qualità delle discipline sportive praticate, è la prima in classifica nelle Marche.
Non dobbiamo dimenticare, poi, altri punti molto importanti: le tariffe per l’uso degli impianti sportivi che sono le più basse d’Italia; la presenza del volontariato all’interno del mondo sportivo ed infine il connubio tra Ascoli, lo sport e le strutture di accoglienza turistica, della ristorazione e dello svago per approfondire la conoscenza della città, della sua storia, delle sue tradizioni e delle sue manifestazioni.
“Il riconoscimento odierno – prosegue il sindaco Castelli – genererà per la nostra Ascoli ritorni di immagine importantissimi e sicuramente capaci di incrementare gli afflussi turistici in grado di incidere positivamente sullo sviluppo economico cittadino oltre che favorire la crescita e l’ulteriore qualificazione del sistema sportivo locale”.

Inviato da Yahoo Mail per iPad