VERIFICHE EFFETTUATE ALLA COPPA TEODORI

Spread the love

paddock25

Scattata la 55^ Coppa Teodori da adesioni record. Colle San Marco, zona paddock si è animata con gli ultimi arrivi dei piloti e le verifiche tecniche e sportive

Ascoli Piceno – Con le prime operazioni di verifica è scattato il weekend europeo della Coppa Teodori giunta all’edizione numero 55. La gara dell’Automobile Club Ascoli Piceno-Fermo e del Gruppo Sportivo locale ha raggiunto un numero record di iscritti, oltre 250, e si prospetta così un confronto sportivo spettacolare di alto livello sui 5031 metri del percorso che dal pianoro di Colle San Marco sale fin oltre i 1000 metri d’altitudine di San Giacomo ai confini con l’Abruzzo. Domani dalle ore 9,30 il via alle prove ufficiali, su due turni. La gara è valida per il CEM, il CIVM ed il TIVM, ed ammette al via anche le bicilindriche del Challenge Assominicar, le vetture del Green Hybrid Cup e le autostoriche per la gara di contorno. Mai come quest’anno il dualismo tra il pluricampione Simone Faggioli su Norma-Zytek ed il principale rivale Christian Merli su Osella-RPE ha raggiunto livelli altissimi: nelle gare europee per ora è parità con Faggioli vincente in Francia e Spagna, e Merli in Austria e Repubblica Ceca, e la cronoscalata ascolana per le sue caratteristiche si potrà probabilmente decidere con distacchi minimi. Ma sarà grande battaglia in tutte le categorie con i principali primattori del CIVM tutti presenti e anche i piloti al vertice delle due classifiche principali della serie europea, ad iniziare dal serbo Miljkovic, l’austriaco Schweiger, il nostro “O’Play” ed il ceko Vojacek, tutti su Mitsubishi, l’austriaco Tessitore (Porsche), lo svizzero Ianniello (Lancia S4) ed il ceko Jerman (Lamborghini). Nella categoria 2 oltre ai nostri Faggioli e Merli, assieme a Macario (Osella-Zytek), Capucci (Osella-Honda) e Giuliani (Lancia Delta Evo), se la devono vedere con il ceko Vitver (Audi) il francese Bouvier (Wolf) e lo svizzero Bouduban (Norma). Per la gara CIVM le attenzioni sono puntate sul sardo Magliona (Norma-Zytek), i siciliani Cubeda e Bruccoleri ed il potentino Lombardi su Osella-Honda, il calabrese Scola al debutto con l’Osella-Zytek, con la quale può fare un definitivo salto di qualità. Grazie ad HP Composites e Oak Racing ci sarà una Ligier per il francese Gonay, ed anche un prototipo endurance Liger JSP3 che fungerà da apripista. Ci saranno poi i confronti negli altri gruppi con lo spettacolare GT con le Ferrari di Peruggini, Ragazzi e Gaetani che se la devono vedere con il locale Gabrielli (Porsche). Nell’E1/E2SH Vedremo Gramenzi (Alfa Romeo), Dondi (Fiat X1/9), Jacoangeli (Bmw), e decine di altri piloti a lottare per il titolo di gruppo, tra i quali la trentina Pedroni (Mitsubishi) leader di gruppo A, il bolzanino Bicciato (Mitsubishi) nel gruppo N. Interessante anche il debutto ad Ascoli di Rachele Somaschini (Mini Cooper), testimonial della ricerca sulla fibrosi cistica e singolare la presenza del prof. Canzonetta con l’Alfa 156 Racing Start allestita dai suoi studenti. Per il pubblico è confermato sabato e domenica il servizio bus navetta dal Bivio Colle al pianoro.