La Libero non molla. Ambra Paoletti: “Crediamo ancora nella salvezza”

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

altCrederci sempre, mollare mai. E´ questo lo spirito che, nonostante i risultati del campo non siano entusiasmanti, continua ad animare le ragazze della Libero Volley, allenate sempre con grande impegno e dedizione da Mauro Mantovani. Su tutte, nelle ultime gare si è messa in mostra il centrale Ambra Paoletti, al suo primo anno in gialloblù.
Ambra, come ti stai trovando quest´anno?“Mi sto trovando molto bene, sia con le mie compagne che con il resto della società, dal mister al presidente. Ho trovato davvero un ambiente fantastico e non ho fatto molta fatica a legarmi con le ragazze. Del resto, sono una persona molto espansiva e sono felice di essere qui alla Libero Volley”.
Purtroppo non è un periodo positivo per quanto riguarda i risultati. Credete ancora nella salvezza?“Assolutamente si. Finchè l´aritmetica ce lo consentirà vogliamo crederci. Nello sport niente è impossibile e siamo convinte che possiamo ancora raggiungere il nostro obiettivo. Al termine del campionato mancano ancora tantissime partite e dobbiamo iniziare a far punti”.
La prossima partita, però, non sarà affatto facile e giocherete contro il Portorecanati. Come vi state preparando?“Dal punto di vista del morale stiamo molto bene, perchè martedì ce la siamo giocata alla pari contro il Cesena, che a mio avviso è senza dubbio la squadra più forte del campionato. Certo, troveremo un avversario molto difficile da affrontare, ma scenderemo in campo con la giusta cattiveria per vender cara la pelle e portare a casa un risultato positivo. Una cosa sicura: ce la metteremo tutta”.
Come mai state trovando queste difficoltà?“Il problema è che la nostra è una squadra molto giovane e la maggior parte di noi sta vivendo la sua prima esperienza in questa categoria. Quello di b2 è un campionato difficile ed impegnativo, con squadre forti e preparate. Per non parlare poi del fatto che siamo state inserite nel girone più tosto, nel quale spesso ci troviamo ad affrontare giocatrici molto forti e di livello superiore”.
Come valuti, dunque, questa tua stagione?“Beh, purtroppo quando si perde non si è mai soddisfatti, ma da un punto di vista personale la considero una stagione di crescita”.
Quante possibilità ci sono di salvarsi?“Non mi piace sbilanciarmi ma ti rispondo che ce ne sono tante. L´importante è non mollare mai e crederci fin quando sarà possibile”.

Fonte: Ufficio Stampa

Print Friendly, PDF & Email