Lettera aperta da “La Meridiana” Dissuasori divelti

Riceviamo e pubblichiamo la Mail del  presidente del’associazione La Meridiana Onlus Zazzetti Roberto.
Con la presente volevo segnalarvi l’ennesimo caso di inciviltà verificatosi ad Ascoli Piceno nei confronti delle persone con disabilità ,ed elencandovi altre problematiche dà tempo irrisolte.
  • dissuasoreI dissuasori installati lunedi davanti all’ingresso per i disabili della FONDAZIONE CARISAP,divelti già oggi mercoledi 30 maggio,le foto in allegato.
  • Latratta degli autobus attrezzata per le persone con disabilità ferma ,poichè non si riescono a realizzare le ultime tre piazzole di sosta attrezzate ,nel centro storico,perchè i residenti si oppongono ad esse perchè è necessario togliere alcuni posti auto loro riservati.
  • Gli stessi residenti si lamentano della presenza di troppe piazzole di sosta a noi dedicate.dissuasore
  • La posta centrale non è accessibile agli anziani e alle persone con disabilità dà più di 10 anni, e lo scivolo per accedervi è sempre ostruito dà auto in sosta,non sanzionate dai viglili.
  • Le sedi dei sestrieri non sono accessibili alle persone con disabilità,nonostante abbiano frà i propri scopi l’aggregazione di tutti i sestrieranti e che a SIENA le sedi delle contrade sono tutte a norma.
  • L’assessorato alle politiche sociali si trova al terzo piano con ‘un’ascensore spesso guasto,con spazi angusti caldi d’estate e freddi d’inverno,nell’indifferenza degi dirigenti e dell’amministrazione
  • dissuasoreAscoli Piceno non è accesdibile agli stranieri con disabilità che visitano la nostra città,in particolare negli esrcizi pubblici addetti alla somministrazione e vendita di bevande e alimenti,nell’indifferenza più completa degli enti addetti ai lavori.
  • Le piazzole di sosta a noi riservate sono spesso occupate da cittadini incivili sporovvisti di apposito tagliando, oppure scippato ad un proprio familiare disabile.
Sono stufo di fare il cane dà guardia all’inciviltà e all’ignoranza dei citrtadini ascolani,e spero che i viglibagno urbani,i carabinieri,e lapolizia stradale applichino le leggi vigenti,e non pratichino lo sport più diffuso frà gli italiani,lo scaricabarile.
Distinti saluti
Il presidente
Zazzetti Roberto