Mister Vivarini: “Dobbiamo cercare di fare più punti possibile in questo periodo”.

Spread the love
  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    8
    Shares

Al termine della seduta di rifinitura, che la squadra ha svolto questa mattina al Picchio Village, Mister Vivarini ha tenuto la conferenza stampa di presentazione del match di domani con il Cosenza.

Sugli indisponibili: “Conoscete la situazione, ma io devo pensare a chi ho a disposizione, è stata una settimana un po’ particolare, quindi è difficile scegliere fra chi è più o meno in forma, ma comunque siamo pronti per questa partita”.

Si torna in campo dopo tre settimane di pausa: “Abbiamo lavorato su tanti particolari per essere efficaci perché, quando c’è una sosta lunga, bisogna prestare attenzione alle piccole cose, che sono quelle che rischi di perdere, non certo il modulo, che conosciamo. Per questo abbiamo messo a punto i dettagli, come quello di cercare di mantenere la squadra a una certa lunghezza”.

 

Lanni recuperato, ancora indisponibile Ardemagni: “Ieri e oggi Lanni si è allenato con noi, ha superato il problema, ma è una scelta che faremo domani, bisogna valutarlo ancora un giorno perché ha un piccolo problemino, dobbiamo vedere se è al 100% della condizione”. Se non dovesse farcela giocherà Bacci? “Sì, ripartiamo dalla prestazione col Crotone, in cui ha fatto bene. Per Ardemagni si va un po’ per le lunghe, è in recupero, ma, come ho già detto, vorrei parlare di quelli che abbiamo a disposizione perché a Cosenza abbiamo bisogno di fare risultato”.

 

Incognita terreno di gioco del San Vito: “Sì, è una incognita che abbiamo messo in preventivo, bisogna vedere in che condizione si trova il campo, spero si possa giocare a calcio, mi dispiacerebbe se ne venisse fuori una gara poco tecnica. E’ uno dei campi più difficili, per questo siamo concentrati nel  non lasciare nulla al caso; in un campionato come quello di quest’anno possiamo vincere con chiunque ma anche  perdere, lo stesso vale per le altre squadre e lo dimostra il risultato di ieri del Palermo. Bisogna essere bravi a dare continuità. Oltre all’incognita campo, c’è quella legata alla sosta, che fa perdere attenzione verso i particolari, ma spero che la squadra in questi giorni abbia capito”.

 

Il calcio mercato è stato prorogato fino a fine mese: “Questo non fa altro che prolungare un periodo in cui i giocatori hanno un orecchio al telefono e uno al campo; il mercato toglie attenzioni, ma noi dobbiamo essere bravi anche in questo periodo a non farci distogliere da quello che ci gira intorno. Le operazioni? La Società sa cosa fare, ho dato le indicazioni, penso che Ascoli meriti una squadra molto competitiva in questo campionato, ma il mercato è difficile, bisogna essere molto bravi, speriamo a fine mercato di avere qualche forza in più”.

 

Ascoli con tanto cuore e grinta? “Sono prerogative che dobbiamo assolutamente continuare ad avere, aspetti prioritari per una squadra di calcio. Avremo di fronte un Cosenza che non subisce gol da 270’, un avversario ostico che sa cosa fare in campo, ha un gruppo unito e per noi sarà un impegno duro, ma allo stesso tempo molto stimolante per vedere se siamo ancora all’altezza della situazione dopo la sosta, abbiamo tanta voglia e determinazione per fare risultato. Sarà una prova importante, il Cosenza ha un grandissimo entusiasmo e un gruppo motivato”.

 

Sul campionato in generale: “Dobbiamo cercare di fare più punti possibile in questo periodo, arrivare bene nei mesi di marzo e aprile e lì si deciderà tutto. La B è equilibrata, può succedere di tutto, non c’è una squadra ammazza campionato

 

D’Elia? “Ha subito un lutto grave, ne so qualcosa perché Anch’io ho perso mio padre quando giocavo a calcio. E’ tornato oggi, è stato via per tanti giorni, ha bisogno di rimettersi a posto a livello mentale e anche fisico perché era reduce da un infortunio. Chi lo sostituirà? Abbiamo provato Quarata, Valentini e Cavion, ognuno dei quali ha caratteristiche diverse. Decideremo domani. Ngombo o Rosseti? Anche in questo caso valuteremo domani”.

 

Su Moutir Chajia: “Ha tecnica pura, dribbling, sterzate e anche sotto aspetto fisico ha buone accelerazioni”.

Print Friendly, PDF & Email