Picena, è il tuo momento: vai e prenditi la serie B!

La Polisportiva “Picena non vedenti”, dopo gli ottimi risultati ottenuti nelle prime due giornate giocate rispettivamente ad Ascoli ed Avellino si trova, oltre ogni più rosea aspettativa, seconda in classifica a 4 lunghezze di distacco dalla capolista Avellino e con un vantaggio di 6 punti sulla terza (Frosinone) e 11 sulla quarta (L’Aquila). Nel prossimo fine settimana a Latina si giocherà la terza ed ultima giornata del campionato nazionale di serie C del gioco del torball, e la Picena sarà chiamata a ripetere le ottime prestazioni disputate fino ad ora per conquistare l’agognata promozione in serie B, alla quale avranno diritto le prime tre classificate.

 Nonostante l’ampio vantaggio sulle dirette inseguitrici, l’ultimo impegno stagionale non può di certo definirsi una passeggiata: in terra laziale la Picena affronterà tre squadre estremamente competitive: il Frosinone, la rivelazione, quest’anno più che mai voglioso di affermarsi tra le prime forze del campionato, il Latina, squadra imprevedibile e che avrà il vantaggio di giocare in casa, ed infine L’Aquila, nella quale militano atleti molto esperti e dalle indubbie doti tecniche. Inoltre c’è da dire che le formazioni sopracitate, hanno due partite in meno rispetto alla compagine ascolana, e che quindi, a Latina avranno sei punti in più a disposizione per tentare di scalare la classifica. Occorre dunque affrontare quest’ultima giornata come se fosse la parte finale di una corsa in bicicletta, condotta sempre nelle prime posizioni, la cosiddetta volata, nella quale solo l’atleta più veloce e concentrato riesce ad avere la meglio sugli altri dimostrando di essere il migliore. Nello sport, come nella vita, l’umiltà è il primo valore da perseguire per chi, come questi ragazzi, vuole raggiungere un obiettivo. Occorre dunque rimanere con i piedi ben piantati a terra e, soprattutto, non pensare mai di essere arrivati e di aver raggiunto la perfezione. Siamo consapevoli che la Picena è composta da atleti giovanissimi, all’inizio della loro carriera, di conseguenza, questa squadra avrà l’occasione, con il tempo, di raggiungere traguardi sempre più ambiziosi: prima però bisogna affrontare con grinta e determinazione quest’esame di maturità, non avendo paura di nessuno e dando il massimo senza concedere niente agli avversari.

FORZA RAGAZZI…