Promozione, non è un bel momento per le squadre della Vallata…

Cinque giornate al termine della regular season e per le quattro squadre della Vallata, che militano nel raggruppamento B del campionato di Promozione, non sono tutte rose, anzi più spine che rose. Se si eccettua la vittoria dell’Atletico Piceno, per giunta col Pagliare 1-0, le altre due compagini, nell’ultimo turno, sono uscite con le ossa rotte. Il Comunanza soccombe a Trodica per (3-0) e il Monticelli, in casa con la Munturanese per 1-4. La classifica strizza l’occhio alla formazione lamense che insegue, a due lunghezze la capolista Corridonia. Con mister Francesco Piccioni, fuori dai giochi dopo essere stato esonerato dal Monticelli, analizzeremo quali prospettive offre il campionato alle quattro squadre di casa nostra. “La compagine lamense se non vuole veder annullato quanto di buono fatto fin ora, non deve concedersi distrazioni, tiene a sottolineare Piccioni. L’Atletico oltre a giocare per se stesso, deve approfittare degli eventuali passi falso della capolista. Questo deve essere da stimolo per la compagine di Vagnoni.”. Il Comunanza, non riesce a ritrovarsi, malgrado il cambio tecnico. “Pesantemente sconfitto a Trodica, per la compagine di Pulcini la situazione di evitare i play out si fa sempre più difficile. Dopo il bel girone di andata, la squadra ha perso lo smalto che l’aveva indicata come l’out sider del girone. Ridimensionati nella sua identità i giallorossi devono ritrovarsi e dimostrare che non sono “cotti”. A questo ci deve pensare Pulcini”. Pagliare sconfitto in casa dell’Atletico. “Seppure con il minimo scarto e partita ben giocata, per gli undici di Aloisi non c’è stato nulla da fare. Comunque, la sconfitta della Vis Carassai, lascia le cose immutate  I sei punti dal penultimo posto, occupato proprio dalla Vis è un buon bottino per evitare di essere risucchiati in zona retrocessione diretta. Le possibilità di giocarsi la salvezza agli spareggi ci sono tutte”. E per il Monticelli? “Direi che è già con un piedi nella fossa. Così come sta giocando credo non ci siano possibilità di salvezza. Sette reti in due gare, sono la testimonianza di come la squadra è allo sbando. Il mio augurio è di essere smentito. D’altronde è stata la mia creatura”.