ASCOLI-CROTONE 2-1

L’Ascoli soffre ma conquista una vittoria importante per il campinato, superando il Crotone per 2-1 in rimonta.

ASCOLI (4-3-1-2): Leali, Baschirotto, Botteghin, Bellusci, D’Orazio (28’ st Falasco); Collocolo, Eramo (28’ st Iliev), Saric (13’ st Maistro); Ricci (13’ st Bidaoui); Dionisi (18’ st Paganini), Tsadjout. A disp. Guarna, Salvi, Quaranta, Franzolini, De Paoli, Falasco, Buchel. All. Sottil.

CROTONE (4-3-2-1): Festa; Calapai (18’ st Mogos), Golemic, Cuomo, Sala; Kone, Estevez, Awua; Marras (35’ st Borello), Kargbo (35’ st Giannotti); Maric. A disp. Saro, Mulattieri, Adekanye, Schnegg, Canestrelli, Nicoletti, Nedelcearu, Schirò, Cangiano. All. Modesto

ARBITRO: Baroni di Firenze

RETI: 8’ st Kone (C), 38’ st Falasco (A), 45’ st Maistro (A)

NOTE: ammoniti Saric (A), Sala (C), Estevez (C), Kone (C), Bellusci (A). Spettatori 2.720 per un incasso di 23.420,00 €. Rec. 1’ pt, 5’ st.

Mister Sottil  “Sono una persona che vive di emozioni, di pancia, mi è venuto d’istinto correre sotto la curva a fine gara, dopo che ero stato tre giornate fuori – per colpa mia e me ne assumo le responsabilità – e non succederà più. Sapevo sarebbe stata una gara ostica, difficile e con una vittoria ottenuta in questa maniera mi è venuto d’istinto andare ad abbracciare i tifosi. A un certo punto della gara avevo percepito che la squadra moralmente era in difficoltà, ma chi è entrato ha dato una sterzata, una svolta alla partita. Chi è entrato oggi dalla panchina più che mai ha dato un cambio di passo, inteso come freschezza mentale, come prendersi responsabilità nell’osare, non facendo il compitino, ma dosando ogni giocata cercando il colpo vincente, Paganini, Maistro, Iliev, Falasco, Bidaoui, tutti hanno dato un qualcosa in più. Oggi faccio i complimenti alla squadra per aver ottenuto 42 punti a 12 partite dalla fine. Sono molto fiero di essere l’allenatore di questi ragazzi”.

Nicola Falasco “Ci avevo provato a Brescia ed era stato bravo il portiere avversario, oggi ci ho riprovato ed è andata bene, sono contento. Sapevamo che col Crotone sarebbe stata una battaglia, hanno una buonissima squadra con giocatori forti. Noi abbiamo fatto fatica contro un avversario chiuso, che ripartiva sui nostri errori. E poi, anche con l’aiuto del pubblico, abbiamo conquistato la vittoria”.