La Reggiana costringe al Pari il Picchio e il Teramo è primo.

100_3661L’Ascoli non va oltre il pareggio al Del Duca contro la Reggiana nel big-match della 31esima giornata del girone B di Lega Pro.

L’uno ad uno finale consente al Teramo vittorioso in casa contro il San Marino di conquistare la vetta della classifica a due punti dalla compagine bianconera. Mister Petrone deve fare a meno  di Cristiano Rossi, Mustacchio, Perez, Altobelli, Pirrone e Pelagatti si affida a Grassi Berrettoni e Tripoli dietro l’unica punta Altinier. Mister  Colombo si affida in avanti al tridente composto da Siega, Ruopolo e Tremolada. All’entrata dei giocatori in campo i ragazzi del settore giovanile hanno esposto a centrocampo lo striscione “I’m born in the skin I’m in” per la campagna anti-razzismo voluta dalla Società bianconera. Novità tecnologica la presenza del maxi schermo, e la tribuna est chiusa per motivi di sicurezza obsoleta.

 

La Gara

L’avvio della gara non è favorevole  per la compagine bianconera al 4 alla prima conclusione la Reggiana trova il gol del vantaggio con  un gran tiro di Mignanelli da fuori area. L’Ascoli colpita a freddo reagisce e al 5′  Grassi  ci prova da lontanissimo, ma la  palla vola alta. La Reggiana prova ad approfittare e al’11 si rende pericoloso su Cross di Parola, ma Lanni blocca. L’Ascoli fati a creare gioco e la gara scorre senza grandi emozioni fino al 27 quando da un calcio d’angolo di Grassi Altinier si ritrova la palla sulla testa e non può nulla Vacca  sulla linea se non deviarla nella propria rete. Pareggio. L’Ascoli ci crede ma si scopre ai contropiedi e al 34′ Siega  colpisce il palo la palla ritorna in campo e Lanni riesce a bloccare. La Reggiana al 40′ fa tremare ancora i pali della porta di Lanni ancora con Siega, con tiro da fuori area. Al 45′ è l’Ascoli con Mengoni a due passi ma Feola effettua una super parata.

La seconda frazione si apre con gli stessi 22 che hanno chiuso la prima frazione. L’Ascoli è concentrata e al 46′  si rende pericoloso con Altinier di testa a pochi passi dalla porta granata sfiora ma non riesce ad imprimere la forza necessaria per rendersi pericoloso. L’Ascoli fatica e al 63′ Lanni si supera e devia in angolo il tiro  Parolo deviato da Cinaglia. L’estremo difensore bianconero si ripete al 73′ su tiro di Angiulli. L’Ascoli fatica e la Reggiana 78′ si rende ancora pericoloso con l’ex Parolo ma Lanni devia in angolo. La gara scorre senza grandi emozioni e dopo tre minuti di recupero la gara si chiude con il pareggio per 1-1.

 

Ascoli-Reggiana 1-1

ASCOLI (4-2-3-1): Lanni; Avogadri (9 st Chiricò), Cinaglia, Mengoni, Dell’Orco; Grassi, Addae; Nardini, Berrettoni (35 st Carpani), Tripoli; Altinier. A disp. Ragni, Mori, Barison, Gualdi, Minnozzi. All. Petrone

REGGIANA (4-3-3): Feola; Andreoni, Spanò, De Giosia, Mignanelli; Parola, Vacca, Angiulli; Tremolada (13 st Maltese), Ruopolo (32 st Petkovic), Siega. A disp. Messina, De Biasi, Sabotic, Messetti, Alessi. All. Colombo

 

ARBITRO: Sig. Fiore di Barletta

RETI: 4 pt Mignanelli, 28 st Altinier

 

NOTE: ammoniti Grassi, De Giosia, Avogadri, Vacca, Nardini.

Commenti:

Bellini: Ancora ci sono 21 punti ogni domenica e diversa.Ho visto una gara ben giocata da tutte e due . Un po’ sfortunati sugli infortuni. Perez tornerà ad allenarsi dopo Pasqua, spero nei recuperi, bisogna batterci fino alla fine. la partita è stata molto bella. Partita molto emozionante. Potevano vincere entrambe le squadre.  Penso che l’Ascoli ha fatto ciò che doveva fare. Lo stadio è un problema importante e spero che il progetto nostro sia preso in considerazione. Meglio la tribuna est come a Cesena. Poi in seguito vedremo per la curva Sud. Sul centro sportivo andiamo avanti. Sono molto soddisfatto e non mi piace mettere pressione negativa. Speriamo che domenica sia migliore di questa. Ci sono tante sorprese, basta vedere ciò che è successo a Pisa. Siamo fiduciosi.  Sono fiduciosi. Un logorio mentale quando si è primi. Se non avessimo perso Perez era un’ altra cosa. Non si riesce a giocare con la stessa formazione per infortuni e problemi vari. Tornerò per il finale di campionato.

 

Christian Altinier: La Reggiana è una bella squadra. Risultato giusto una bella partita potevano vincere chiunque . Conta essere primi l’ ultima giornata. E’ relativo vedere la classifica 13 reti è un bel bottino peccato di non aver fatto il secondo, dovevo buttare dentro quel pallone anche nel primo tempo. Poteva cambiare la storia della partita.

 

Mister Petrone: Pareggio giusto, giocato a viso aperto tra le due parti.È un momento difficile per noi. Ho sempre detto di giocare . Abbiamo rischiato di prendere il secondo gol ma abbiamo giocato.

Siamo realisti dobbiamo ringraziare questi ragazzi, per come hanno ottenuto i tanti punti che abbiamo ottenuto. Noi ci crediamo fino all’ultimo secondo. Bisogna essere ottimisti fino alla fine.  Altri hanno mollato in situazioni migliori delle nostre non si deve avere facce cupe . no Sono stanchi . Avogadri è uscito per evitare infortunio ma ce la giocheremo fino alla fine. Vediamo come starà Pirrone visto che non avremo Grassi.

 

100_3586