Videx, Mixed-zone con coach Ortenzi e Stefano Giannotti

Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Prosegue senza sosta la marcia della Videx nella neonata serie A: anche la GoEnergy Corigliano-Rossano ha dovuto arrendersi ad un 3-0 che forse ha detto meno di quanto la gara abbia effettivamente mostrato. La formazione di coach Nacci ha provato a più riprese a fare il suo gioco, scendendo in campo compatta ed ordinata, specialmente in fase di ricezione dove ha fatto registrare numeri superiori alla banda di coach Ortenzi (57 a 50 la percentuale positiva in ricezione, 34 a 33 quella perfetta). Emblematico in questo senso anche lo zero alla voce “ace” per la Videx contro i quattro punti dai nove metri degli avversari. Un equilibrio spezzato, invece, da una prestazione in fase di attacco e a muro tremendamente efficace per i padroni di casa. Se la doppia cifra del trio Snippe-Vecchi-Giannotti sta diventando una consuetudine, stavolta è davvero significativo il divario in fase offensiva tra le due compagini (65 a 49 la percentuale positiva in attacco in favore della Videx) con i calabresi che hanno risentito della limitata efficacia della loro principale bocca da fuoco: Davide Cester, che nelle ultime due gare aveva totalizzato la bellezza di 60 punti, si è fermato stavolta a quota 16 (l’unico in doppia cifra tra i ragazzi di Nacci). Se il motore degli ospiti è finito fuori giri, il merito è stato anche dei ben 7 muri vincenti della Videx, ben distribuiti tra Vecchi, Giannotti, Arienti e Marchiani, contro i soli 2 degli ospiti. “Sapevamo che sarebbe stata una gara punto a punto – ha detto coach Ortenzi nel postmatch – Il nostro servizio non è stato incisivo come al solito ma i ragazzi sono stati molto concreti nello sfruttare le occasioni di contrattacco tenendo un livello di cambio-palla davvero buono. Corigliano ha concesso pochissimo e battuto molto bene mettendoci in difficoltà in diversi frangenti”. Una gara tutt’altro che in discesa, dunque, ma il dato incontrovertibile è che nel mezzo delle difficoltà la squadra non si scompone, mantiene la giusta lucidità e trova puntualmente le giuste contromisure per disimpegnarsi al meglio e portare a casa il risultato: “Siamo consapevoli del fatto che alcuni frangenti della partita dipendono dalla qualità che mettiamo in campo – ha aggiunto Ortenzi – Riusciamo a restare sereni anche quando siamo sotto nel punteggio o quando non siamo al top. Stasera è successo esattamente questo, abbiamo aspettato il momento giusto e al momento giusto abbiamo colpito, concretizzando al meglio tutte le opportunità di contrattacco che ci hanno poi permesso di vincere di misura gli ultimi due set. Speriamo di mantenere queste qualità nel prosieguo di stagione”. Soddisfazione anche per Stefano Giannotti dopo una gara, l’ennesima, da top scorer: “Sono 3 punti sudati, come ogni domenica – ha dichiarato l’opposto grottese – Di certo non ci aspettavamo di vincere 3-0 ma abbiamo tirati fuori un carattere che forse in qualche gara era rimasto nascosto. Siamo venuti fuori a testa alta da alcune brutte situazioni dimostrando di saper stare molto bene in campo”. L’obiettivo dichiarato al suo primo giorno di Videx era quello di tornare protagonista. Numeri alla mano, l’inizio di stagione promette decisamente bene anche se la priorità resta quella del collettivo: “La cosa più importante è che la squadra porti a casa risultati e che tutto giri per il meglio. Poter godere della fiducia dei miei compagni certamente significa molto ma alla fine la classifica si muove con i punti della squadra, non del singolo”.

 

Michael Gambini

Ufficio Stampa M&G Scuola Pallavolo

Print Friendly, PDF & Email