Amoroso:Sarebbe stato bello essere primi in classifica

ImageIl centrocampista dell’ascoli Amoroso è soddisfatto del lavoro fin qui svolto, ma dispiaciuto per aver solo assaporato la possibilità di essere primi in classifica

‘Sarebbe stato bello essere primi in classifica ma nel calcio come nella vita non si può avere tutto”. Cristian Amoroso c’ha creduto fino al triplice fischio dell’arbitro, Ha tifato per i compagni davanti alla tv, perché squalificato.

Cosa hai pensato della gara contro la Salernitana?

 “Potevamo vincere, ma anche perdere, si sa come vanno a finire certe gare. Se non avessimo giocato tre gare in una settimana avremmo vinto, anche perché si è visto che eravamo nettamente superiori ai nostri avversari. Anche in mia assenza la squadra mi è parsa comunque offensiva .

Cosa pensi della gara di Di Donato, come gioco siete diversi o uguali?

Di Donato ha giocato un grande match. Io e Daniele abbiamo un modo di giocare differente, ma la cosa importante è che in campo tutti dimostriamo di essere utili. Il campionato come gli altri anni è difficile e lungo, ma sembra livellato.

Cosa deve fare ora il gruppo?

Noi dobbiamo tenere il passo, rimanere concentrati poi a primavera tireremo le somme. L’Ascoli di certo sta facendo molto bene. Credo che nessuno si aspettasse un inizio di campionato così. E abbiamo ancora molti margini di miglioramento.

Gli obbiettivi di inizio stagione sono cambiati o la salvezza è il primo obbiettivo?

Certamente prima di tutto dobbiamo pensare alla salvezza, poi a tutto il resto. La nostra arma vincente al momento è la serenità che c’è in noi e intorno a noi. Anche la consapevolezza della forza del nostro gruppo. Un gruppo tranquillo che mantiene i piedi per terra, sapendo che possono esserci dei momenti di difficoltà, ma uniti e con i nostri tifosi ce la metteremo tutta per fare in modo che non arrivino.

Venerdì torniamo già in campo contro il Sassuolo una squadra organizzata, con singoli tecnicamente validi? Conosco bene Pioli, è un tecnico che studia bene gli avversari. Noi però dobbiamo solo confermare quanto di buona fatto finora’.